Altro che mafia capitale, De Dominicis è quello del complotto dello “sprid”

E’ davvero difficile trovare qualcuno che oggi fa informazione vera, non schierata e non di parte. Tutti, in modi e tempi diversi, sono espressione di una parte politica o peggio decidono autonomamente di schierarsi e fare il tifo per una squadra politica. Perchè è di questo che si tratta. Siamo in un continuo campionato politico in cui squadre di diversi schieramenti politici si danno battaglia e i megafoni (i giornali) di una o dell’altra squadra si occupano di fare loro propaganda. Il Fatto Quotidiano perchè è alla stregua de “Il giornale” o “libero” al tempo di Berlusconi. Trovare una notizia che non sia mistificata, gonfiata, travisata, strumentalizzata e a volte pure falsa è davvero un’impresa.

Oggi La pravda grillina annuncia, in pompa magna,  la nomina del nuovo assessore al bilancio della giunta Raggi del comune di Roma, Raffaele De Domincis, arrivata dopo le dimissioni di Minenna (ex assessore al bilancio) e Carla Raineri (capo gabinetto) andati via assieme, a loro dire, per mancanza di legalità e trasparenza e per colpa di pesanti ingerenze da parte di Marra e Romeo.

de-dominicis

In questo titolo c’è tutto, al lettore del Fatto non serve leggere l’intero articolo, basta leggere solo il titolo. Il nuovo assessore è un magistrato (arriva lo sceriffo) e non uno qualunque ma quello che indagò su Mafia capitale! (il vaso di pandora origine di tutti mali di Roma)   Qui il grillino medio si esalta ” ah ah arriva uno che gli farà il culo! noi siamo diversi!” ecc. Ovviamente quello che il Fatto non scrive è che in realtà De Dominicis non si occupò affatto dell’inchiesta di denominata mafia capitale (quella che vede imputati Massimo Carminati e Salvatore Buzzi per intenderci) ma solo di ipotizzare il conseguente danno erariale (di immagine) che ne sarebbe derivato. Questo tipo di inchieste se coinvolgono aziende o corporazioni sono utili perchè enti pubblici, comuni e regioni possono essere risarciti dei danni subiti, ma nel caso di Mafia Capitale questo non accadrà perchè Buzzi e Carminati non hanno certo i milioni di euro per risarcire e in caso di condanna se ne staranno in carcere e non risarciranno proprio nulla.

Le cose che il Fatto non scrive però sono tante. De Dominicis è una sorta di produttore di richieste di danni erariali alcuni anche ridicoli. Nel 2014 il signore dei danni erariali si rese protagonista (alquanto ridicolo) di una battaglia donchisciottesca contro le agenzie di rating ipotizzando un danno erariale generato al seguito della declassazione dell’Italia. E ovviamente non manca il complotto secondo tutto sarebbe stato dettato da manovre volte a far crescere il differenziale tra i titoli di Stato italiani e quelli tedeschi. L’indagine ovviamente fu archiviata dalla Corte dei Conti, ma è interessante leggere l’intervista rilasciata da De Dominicis al Corriere Della Sera in cui si districava in complotti assurdi mostrando grande padronanza dei termini finanziari: lo “sprid” e il “down ground”  al posto di “spread” e “downgrade”. Altra mega inchiesta di De Dominicis fu quella che ipotizzava, su esposto dei 5 stelle, un assurdo danno erariale generato dalla separazione fra il voto delle amministrative e il referendum sulla trivelle qui potete leggere l’esposto dei 5 stelle.

Il Fatto Quotidiano ovviamente sceglie di scrivere e far risaltare solo ciò che conviene e torna utile alla sua narrazione. Citare Mafia capitale torna sempre utile e accende subito le lampadine nella mente delle pecore grilline. La Raggi chiama lo sceriffo che indaga su mafia capitale. Ma in realtà si tratta di una procuratore, ormai in pensione, che ha solo ipotizzato un danno erariale per altro inserendolo nel discorso di inaugurazione dell’anno giudiziario. un’altra delle domande che si pongono in molti è “chi ha suggerito De Dominicis alla Raggi?”. Secondo Il Messaggero ad esempio lo sponsor potrebbe essere il giudice Imposimato, secondo altri tutto nasce da un’idea di Andrea Mazzillo (che guadagna 90 mila euro per garantire l’attuazione delle regole del moVimento), l’ex Pd ora capo staff della Raggi. «Un magistrato ed un tecnico che ha sempre combattuto per la legalità e la trasparenza»,ha detto la sindaca in un’intervista a Porta a Porta”. Ma a quanto pare non è Imposimato lo sponsor di De Dominicis. In un’intervista l’ex procuratore regionale della corte dei Conti del Lazio dice

Sono in pensione da un mese e mezzo per via della legge del Governo Renzi che ha limitato la permanenza dei magistrati: io sono caduto nella rete dei pesciolini piccoli

Chi le ha chiesto di fare l’assessore al Bilancio? L’ha chiamata il sindaco?

No, mi ha chiamato un avvocato: mi ha chiesto se ero disponibile. E’stato un fatto privato.

E’ un grillino della prima o dell’ultima ora?

No, sono un tecnico. Sono laico e libertario, sono stato amico di Marco Pannella. Mi sento un discepolo di Benedetto Croce.

Chi è questo misterioso avvovato? Molti se lo sono chiesto – tranne ovviamente il Fatto – e la risposta la da lo stesso De Dominicis al  Corriere della Sera. dicendo , nomi e cognomi, fatti e circostanze precise.

affaele-de-dominicis-avvocato-sammarco
Dal Corriere della Sera, 5 settembre 2016

Chissà cosa ne pensa Marco Lillo del fatto che L’avvocato di Previti ha indicato la nomina del nuovo assessore al bilancio dell giunta grillina dei puri e onesti.

Se poi De Dominicis sarebbe una scelta eccellente perchè non gli viene confermata la delega alle partecipate che invece verrà da a Raffaele Marra e Salvatore Romeo (quello che si è triplicato lo stipendio) che, sempre senza che il fatto lo riporti, avranno una promozione, un avanzamento di ruolo, dopo appena due mesi in modo da divenire, ancora più influenti di quanto non lo fossero in già inizialmente. Insomma, siamo alle solite. Il Fatto Quotidiano invece di fare informazione fa solo becera propaganda.

2 Commenti

  1. Vedi che il passato (ma è poi davvero passato?) della Raggi, gira che ti rigira, torna fuori: Previti, Sammarco. Questo conferma che il M5s è di destra. Una destra populista. Nel migliore dei casi. P.S. Mi sto sbellicando dal ridere dopo avere letto dello sprid e del down ground. Beh, però, riconosciamolo, in questo i Cinquestelle sono coerenti: li scelgono simili a loro. E se per caso non lo sono, li fanno scappare.

    • iInfattii 3 CESSOGIORNALI di estrema destra in Italia sono:
      il FATTO quotidiano (dove fatto significa UBRIACO e/o DROGATO
      il giornale
      libero
      Poi che i PENTACRETINI siano più a destra di Casa Pound è un DATO DI FATTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here