De Dominicis, da eroe a pagliaccio in soli 4 giorni

dom-pagllLa prima regola di un giornalista, oltre all’imparzialità (per quanto possibile) è quella di verifica. Il vero giornalista mette in dubbio confuta, va a cercare e certamente non commette l’errore ingenuo di esaltare persone per poi delegittimarle e ridicolizzarle dopo solo 4 giorni.

Ovviamente questo non vale per la redazione del Fatto che, impegnata nell’attuazione preventiva della legalizzazione per uso ricreativo e professionale delle droghe pesanti, scade in certi errori che nemmeno il più infimo giornaletto o fanzine farebbero.

Il 4 settembre come abbiamo scritto in questo articolo il Fatto Quotidiano annuncia in pompa magna la nomina del ex magistrato De Dominicis come assessore al bilancio al comune di Roma, in sostituzione del simil sindaco (sempre secondo il Fatto) Minenna il quale avrebbe preteso deleghe e nomine diventando (docet Fatto) più potente della Raggi – ruolo a confronto ha anche la più semplice e onorevole delle casalinghe -. Tutti, ma proprio tutti, noi compresi, si sono semplicemente informati su chi fosse questo eroe dei danni erariali tanto esaltato dal Fatto.

Sempre il 5 settembre il Fatto (questa volta cartaceo) pubblica questo articolo in cui nel titolo veniva riportato l’ultimatum di De Dominicis

dedominicis-festa

De dominicis aveva ragione, solo che non aveva capito che il cacciato sarebbe stato lui… Per il Fatto De Dominicis rientra di diritto a fare parte delle punte d’eccellenza, Paolo Berdini e Luca Bergamo indicate da Travaglio in uno dei suoi editoriali (che per altro stanno pensando anche loro di andarsene).

Ora, Sarà che aspiriamo (immeritatamente) a essere giornalisti, ma ogni volta che qualcuno si mette a esaltare il nominato di turno noi tendiamo a non fidarci, quindi siamo andati a controllare e abbiamo trovato le inchieste assurde e a tratti comiche, ma cosa più importante che la nomina era stata “suggerita/imposta” dall’avvocato Sammarco, amico della Raggi e difensore di Berlusconi e Previti. Tutte cose che il Fatto aveva volutamente scelto di omettere. 

Dopo solo 4 giorni tac il monumento celebrativo del Fatto si tramuta in monumento al caduto: Si scopre che De Dominicis è indagato e subito il Fatto inverte gli ingranaggi della macchina del fango e pubblica questo articolo in cui De Dominicis viene ridicolizzato, trattato come un guitto, un pagliaccio.

dedominicis-guittoLa cosa però assurda è che la giornalista dei due articoli è la stessa! e’ sempre Valeria Pacelli. Ah Ah ah, scusate se ridiamo ma non riusciamo a trattenerci. Sono troppo ridicoli…

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here