Fango su Giachetti perchè recupera sulla Raggi

IL M5S L’unico partito (loro possono chiamarsi pure pincopalli ma sono un partito) che rischia di perdere le amministrative di Roma avendo praticamente in tasca. Paola Taverna Una delle menti più fervide del moVimento, aveva avocato persino un complotto per far vincere il M5S. Quindi nemmeno la debacle Marino, mafia capitale e il complotto della Taverna bastano a far vincere il partito più cialtrone della storia d’Italia.

Roberto Giachetti non solo recupera terreno, ma secondo alcuni sondaggi rischia pure di vincere – alla faccia del complotto…- e questo è un problema, quindi che fare? Semplice, c’è la pravda grillina e la sua ben oliata macchina del fango. Giachetti è troppo una brava persona e onesto, semplice, inattaccabile sul piano personale, screditarlo risulterebbe alquanto difficile e controproducente. Bisogna puntare alla liste che lo appoggiano e usare il jolly spauracchio Verdini. Bisogna assolutamente collegare Verdini a Giachetti ma non bisogna essere i primi a dirlo, conviene aspettare che sia un altro giornale a insinuare e poi sfruttare la scia mettendoci sopra qualche carico.

Detto fatto la pravda oggi (29 maggio) se ne esce con questa polpetta di fango che a sula volta riprende questo articolo pubblicato dal corriere della sera del 27 maggio.

gichetti-verdiniQuando i romani, specie se grillini, leggeranno anche solo il titolo – perchè si limiteranno solo a quello – subito salteranno alla prevedibile conclusione “ma come, anche a Roma Verdini? Quello impresentabile che confabula, in parlamento stringe mani, parla con Napolitano e a 7 processi in corso?  Ah lo sapevo! il solito PD di collusi, corrotti e mafiosi!” ecc.

Ovviamente leggendo l’articolo – cosa che fa l’1% dei lettori del Fatto noi compresi – si scopre che in realtà tutto si basa su dei nomi graditi a Verdini di una lista civica che appoggia Giachetti denominata “più Roma”.

Il primo verdiniano sarebbe Francesco Romeo un luminare della medicina con un curriculum che al confronto quelli di tutta la redazione del fatto messa assieme sembrano quelli di uno studente non ancora laureato (stile Luigi Di Maio per intenderci). Romeo è uno di quei chirurghi in grado di effettuare operazioni da primato mondiale, ma per la pravda grillina diventa uno sporco verdiniano, persino famigerato perchè intercettato da un grillina che ha avanzato una interrogazione del 18 aprile 2016.

l’oggetto dell’interrogazione consiste nella gestione delle risorse umane del reparto, che ha prodotto gravi ripercussioni non solo nei rapporti con il personale medico e paramedico, ma anche con la Direzione Sanitaria e con i pazienti oltre che una gestione in una forma cosiddetta padronale da parte del Prof. Romeo ( e ce credo…).

La segnalazione è stata effettuata da una persona in licenziamento e non ha avuto risposta (e te credo…)

La prova che attesterebbe la virdinità di Francesco Romeo è la partecipazione a un evento con un suo amico, anche lui verdiniano, Pino Galati. Romeo imbufalito alle voci risponde

Io non sono di nessuno: né di Verdini né di Giachetti. Sono Romeo e basta. Chi conosce la storia sa cosa dico: con chi sta Erasmo? Con Erasmo (…) A quell’incontro sono stato invitato da tanti amici… E sì, certo, l’onorevole Galati è uno di questi. Ma non vuol dire niente: ho le mie idee, 40 anni di professione, sono stato presidente dell’Azione cattolica, sono presidente della Società italiana di cardiologia, direttore di Cardiologia a Tor Vergata, rappresento il nostro Paese in tutto il mondo…

Ma la frittata è fatta, la loggia del fango ha raggiunto il suo obbiettivo: screditare Giachetti. ora resta solo da aggiungere qualche carico giusto per rendere la cosa più concreta.

Un’altra verdiniana che fa parte di questa lista civica è Maria Grazia Calascibetta, una ex consigliera regionale della regione Lazio che secondo misteriose fonti interne che ovviamente non si palesano, pur non essendo iscritta sarebbe gradita ai verdiniani. Mah…

Infine c’è Federico Bertucci che per i Fattoni è un verdiniano che però è scritto all’UDC

Non ho capito come possa essere uscita questa cosa. Anche perché io sono iscritto all’Udc. Non ho rapporti con loro

Dice il giovane 32 enne che non sa se arrabbiarsi o ridere…

Come se non bastasse gichetti viene intervistato dal Fatto quotidiano che lo fa passare come un pazzo da manicomio con “domande” come queste

  • Io so che lei non sbrocca solo per finta.
  • Ha un carattere insopportabile,ai confini dell’isterismo.
  • Irascibile è poco. Per un non nulla le vengono i fremiti.
  • Perdoni la curiosità: ma il suo aspetto fisico sembra sempre sul filo della denutrizione.
    La barba da poverello.
  • Gira in scooter e fa tanto radicale.
  • Da un punto di vista psicologicoè rilevante la sua necessità di emendare le colpe coprendo di cenere il capo.

L’operazione fango su Giachetti sembra riuscita. certo che se Giachetti riesce a vincere dopo tutto il peso del suo partito, le vicende di cronaca e il fango del Fatto, altro che Jeeg Robot, manco Superman…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here