Il patto del Titanic. “A me ci pensa Papi, votate NO”

trava-letizia

Grazie all’aiuto di Michael Ledeen, Jason Bourne, Marco Carrai e naturalmente il Mossad, siamo riusciti a imbucarci alla festa più esclusiva e blindata del momento. A confronto quelle del Billionaire di Briatore sono feste da oratorio organizzate da Sorrentino e Prodi. Nell’attesa della Woodstock del NO Berlusconi è andato alla festa dei 50 anni di Marcella Letizia in arte #Travaletizia, la giornalista, oggi direttrice della pravda grillina,  che deve tutta la sua carriera al tycoon della TV italiana per due volte eletto presidente del consiglio. Marcella non riesce più a vendere i suoi libri come quando c’era Berlusconi al potere. Prima era la giornalista più quotata e seguita, un vero mito de carta stampata. Oggi, con Matteo Renzi al potere, la fiamma del suo successo si è affievolita, quasi spenta. Marcella si è dovuta ingegnare. Ha fatto di tutto per collegare Berlusconi a Renzi. Per un certo periodo ha persino teorizzato che fossero la stessa persona, ma niente, l’epoca d’oro dell’antiberlusconismo è ormai tramontata e Marcella è stata costretta inventarsi continuamente, scandali, falsi scoop, trame oscure, intercettazioni ecc. senza contare i suoi sfoghi di rabbia nei suoi editoriali.

L’unica soluzione possibile per Marcella è far tornare Berlusconi al potere, o comunque farlo di nuovo entrare in scena, e quale occasione migliore del referendum costituzionale? Marcella quindi si mette all’opera è organizza una mega campagna per NO alla riforma costituzionale facendo di tutto per far capire a Berlusconi le sue intenzioni. Libri, spettacoli teatrali incontri con costituzionalisti ecc. Berlusconi che è un uomo “sensibile”, che ha sempre pensato e aiutato tutti (nemici compresi) capisce la strategia di Marcella e la ringrazia promettendogli di andare alla sua festa. Marcella si commuove e si prepara ad accoglierlo assicurando di ripagarlo “come si deve”. La festa si svolge su una copia fedele fin nei minimi dettagli della celebre nave “Titanic” (era da sempre il sogno di Marcella). Berlusconi le regala il prezioso “cuore dell’oceano”, il gioiello conosciuto grazie al film di James Cameron,  faticosamente recuperato da Brunetta (era l’unico abbastanza piccolo da entrare e manovrare il mini robot subacqueo) guidato a distanza dalla moglie Titti tramite twitter. I due Non si risparmiano nemmeno la famosa scena del ponte diventata un cult

ponte-trav-bDi fatto si tratta di quello che oramai tutti chiamano il patto del Titanic. Qualcuno pensa che non sia di buon auspicio, data la fine che ha fatto il Titanic, e infatti Matteo Renzi ha subito colto l’ironia e fatto il suo ultimo comizio prima del voto su di un iceberg.

ice-renziIl patto consiste in un reciproco scambio: #travaletizia si impegna a screditare e minare con ogni mezzo il referendum costituzionale, senza ovviamente parlare male di lui o di persone a lui vicine e in cambio Berlusconi gli promette l’esclusiva su tutti gli scandali, le inchieste, le interviste i processi ecc. quando lui tornerà al governo.

Il giorno dopo la festa un nostro inviato ha raggiunto Marcella che stava riportando la riproduzione del Titanic a Fincantieri e alla domanda “che cosa farà ora, quali sono i suoi progetti futuri?” lei ha risposto sicura e fiduciosa

Ha me ci pensa Papi

Abbiamo pensato di immortalare il momento.

noemi-letizia-2

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here