Il suicidio Greco e l’esultanza di Grillo e Salvini

Il parlamento greco ha approvato il riferendum con cui il governo guidato da Alexis Tsipras farà decidere ai cittadini, il 5 luglio, se accettare o respingere le proposte di accordo dell’Unione Europea. Hanno votato a favore Syriza (il partito di Tsipras) e Alba dorata (partito neo nazista greco). HANNO VOTATO CONTRO i partiti europeisti, i conservatori di Nuova Democrazia, i socialisti del Pasok e il partito di centro sinistra To Potami – oltre al partito comunista Kke. 

Non c’è molto da dire se non che si tratta di una decisione autolesionista e folle da parte di Tsipras che cerca solo di prendere tempo con un’iniziativa di tipo populista che però non incontra il favore e il consenso della maggioranza del popolo greco. Infatti nel migliore dei casi a votare no sarà solo il 40%, ma i sondaggi dicono che il 70% dei greci vuole rimanere in Europa nonostante le misure “severe” della UE. Misure che in sostanza si riducono a un amento dell’ IVA del 1%…

Come era prevedibile subito dopo l’annuncio di Tsipras c’è stato l’assalto alle banche dei cittadini greci che si sono affrettati a ritirare i loro risparmi delle banche spaventati dalla concreta possibilità del fallimento delle banche greche. Al che la “cattiva” Europa ci ha pensato, come sempre, lei e ha mantenuto il fondo si salvataggio delle banche “Ela”. Come a voler dire: “ci criticate e diffamate alla fine il culo ve lo salviamo noi”.

Come ha detto il nostro ministro dell’economia Padoan “la colpa del crisi greca non è dell’Europa ma della Grecia e del suo governo”. Non a caso Tsipras oltre a qualche provvedimento per tenere buona la popolazione non sta facendo un bel nulla contro la corruzione o il clientelarismo che hanno causato la crisi greca. Inoltre il non voler risarcire i creditori è segno di inciviltà perchè si può dire quello che si vuole ma i debiti si pagano.

Nel nostro paese barzelletta invece dobbiamo sorbirci gli spettacoli penosi di Grillo e Salvini che esultano e festeggiano per questa folle notizia che in realtà non ha nulla di positivo, anzi, l’esatto contrario.  Grillo vorrebbe ridurre l’italia al livello della Grecia e provocare anche in Italia panico e follia lui dice: “Tsipras straordinario! Sta dando l’ultima parola al popolo greco! Anche noi vogliamo il referendum sull’Euro! E lo faremo se ci aiuterete!”. Salvini per fortuna non essendo molto intelligente e comprendendo poco, anche se straparla non rappresenta un vero problema…

Per quanto riguarda la pravda grillina (il Fatto Quotidiano) non sono pervenute critiche o riflessioni. Loro che sono tanto bravi a fare le pulci e contare i centesimi quando si tratta delle riforme realizzate da Renzi, di fronte alle assurdità greche perdono la scienza, non sono in grado di dire nulla, anzi stanno disperatamente andando in cerca di qualche esimio, quanto astruso, parere che appoggi l’iniziativa greca e fornisca quale fanta-teoria del mega complotto europeo ai danni della povera Grecia vessata e bistrattata dall’Europa cattiva e austera.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here