Le solite balle del Fatto

Questo sotto è uno dei tanti titoli bufala del Fatto Quotidiano.

All’interno del “quotidiano”, a pagina 2, cambiano leggermente:

leggendo “L’articolo”, però, si scopre che sono le solite costruzioni del Fatto Quotidiano basate su presunte anticipazioni del suo ultimo libro e menzogne anche palesi.

Secondo il Fatto Renzi avrebbe copiato Berlusconi e il M5S dicendo:

Buttiamo giù il debito ma contemporaneamente torniamo ai parametri di Maastricht, 3% di deficit e 2% di crescita, per dare un po’ di ossigeno all’economia. Rottamare il fiscal compact e l’austerity. Se mettiamo i soldi nella riduzione fiscale diamo una grande spinta al Paese

Ora, se anche avesse copiato B., e così non è perchè Berlusconi non accennava ai parametri o alle percentuali di deficit, e face ben altri discorsi. I rapporti di Berlusconi erano profondamente diversi da quelli di Renzi, lui era ridicolizzato e visto come un pericolo serio per L’italia e L’Europa. La celebre lettera della BCE non aveva nulla a che fare con le richieste di assicurazione ricevute da Renzi. Berlusconi non fece alcune riforma promessa   ciò sui cui ci si dovrebbe soffermare e valutare sono. Il continuo tentativo di accomunare Berlusconi a Renzi è pura cretinaggine e disonesta. Del movimento 5 stelle poi non vale nemmeno la pena parlarne. Quelli fino a ieri volevano indire un referendum per uscire dall’Euro, cosa che Renzo non direbbe nemmeno se assumesse le droghe che che assumono al Fatto Quotidiano.

In seguito il Fatto scrive che Renzi avrebbe insultato Woodcock perchè stando a delle anticipazioni, Renzi avrebbe scritto:

Poche persone obnubilate dal rancore personale che collezionano indagini flop e che provano a salvare la proprio immagine attraverso un uso spasmodico della comunicazione e del rapporto privilegiato con alcuni giornalisti

Il Fatto sostiene che Renzi, pur non citando nessuno in particolare, si riferisce a Woodcock. Ora, certo Woodcock potrebbe rientrare a pieno in questa descrizione calzante, ma potrebbero farlo anche altri, come ad esempio Nino Di Matteo, Ingroia. Davigo e tanti altri. Non a caso Renzi parla al plurale, ma certo al Fatto interessa solo sostenere il falso in modo strumentale. Quali sarebbero poi gli insulti in questa frase non lo abbiamo capito, a noi sembra una critica legittima, roba per cui si è battuto molte volte Travaglio nei tribunali civili. Però bisogna capire che per Travaglio, il quale scrisse che solo il fatto di scrivere Riotta equivaleva a esprimere una volgarità, la realtà è percepita in modo differente dalle persone “normali”.

Poi arriva la cazzata finale: Renzi avrebbe utillizzato una frase di Giovanni Falcone sulla

cultura del sospetto come anticamera del khomeinismo

usandola per attaccare Piercamillo Davigo. Ovviamente non viene indicata la frase in questione, ne in quale contesto vine scritta e estrapolata e ovviamente non viene spiegato perchè si dovrebbe riferire a Davigo.

Chi ha l’abitudine di leggerci sa bene che il Fatto inventa, mente, costruisce e manipola a seconda di come conviene, ma noi vorremmo fare una semplice domanda:

Oltre alle balle che sono fisiologiche, secondo voi, è normale o è da malati di mente riempire le prime pagine di un quotidiano con stupidaggini del genere? Con tutto quello che succede nel mondo e in Italia è possibile che questa immondizia sia da prima pagina?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here