L’immondezzaio quotidiano minimizza la camorra

ilfatto20150623_011-1024x771

Che la pravda grillina fosse in difficoltà era cosa nota e oramai assodata. Parliamo di una giornale costretto a mistificare, omettere manipolare e fare propaganda perchè altrimenti non riuscirebbe a sopravvivere (almeno la parte cartacea).

Oggi invece di occuparsi del voto di scambio e della camorra preferisce dedicare 2 pagine agli orologi regalati dagli arabi alla delegazione italiana (definita renziana ovviamente) in visita a Ryad. Addirittura uno dei tipici titoli fango parla di tangenti (esilarante). Gli costosi orologi Rolex che per gli sceicchi arabi sono considerati piccoli presenti vengono considerate tangenti. Parte soldi e commesse milionarie per la loggia del fango è cosa spregevole e i regali del paese ospitante oggetto di corruzione (che gente) – se fossi uno sceicco mi comprerei il Fatto Quotidiano solo per farne un falò-.

Alla vicenda grave e assurda che coinvolge il M5S e la camorra invece si dedica un trafiletto articoletto a fondo pagina di Vincenzo Iurillo, il quale, senza ritegno ne vergogna imbastisce il solito articolo manipolatorio omettendo i fatti e la verità: Nel suo articolo il parziale giornalista prima riporta la dichiarazione della sindaca Rosa Capuozzo la quale dice che il consigliere De Robbio nonostante le minacce non ha ottenuto nulla (e non vero)  ed è stato espulso, ma più avanti dice che la Capuozzo non percepì minacce quindi non denunciò e limitandosi a precisare che la sindaca da versioni contrastanti. In realtà la Capuozzo non è per nulla credibile perchè prima dice di non aver subito minacce, poi di fronte alle prove presentate dagli inquirenti ritratta e sminuisce il tutto. L’omissione eclatante però avviene quando Iurillo scrive che il tutto si limiterebbe solo alle promesse di De Robbio alla camorra, mentre invece le promesse si sono concretizzate eccome.

La squadra di calcio, prima affidata alla Nuova Quarto per la legalità, continuamente vessata e minacciata, viene affidata alla Quartograd, mentre la gestione del campo rimane un mistero. La Capuozzo, appena insediata, invece di occuparsi di immondizia e abusi edilizi pensa bene di chiedere il saldo degli arretrati alla Nuova Quarto per la legalità e come se non bastasse pure l’anticipo di ben sei mesi – per la serie aiutiamo coloro che lottano per la legalità-. Risultato, la squadra passa in mano alla Quartograd, società alquanto discussa. Il campo, come detto rimane un mistero perchè la Quartograd sostiene di non averne la gestione precisando che non ci sono documenti ad attestarlo (come se a Quarto fossero necessari), però non spiega chi abbia pagato i soldi richiesti dalla Capuozzo.

Iurillo poi non parla della questione più importante: la revoca del piano urbanistico faticosamente approvato nel periodo di commissariamento ( il comune era stato sciolto per mafia nel 2013). Quarto è una realtà dominata dall’abusivismo in cui sia alternano centri commerciali e mostruosità edilizie nate come funghi. Sono  qui i veri soldi, negli appalti nelle gestioni, nei posti di lavoro, nelle imprese.

Nel caso del sindaco di Roma Travaglio e co. pur riconoscendo l’onesta di Marino gli imputavano l’inadeguatezza e il non aver visto o saputo arginare. Ora, con la Capuozzo questo problema non si pone. Quando si tratta di M5S al Fatto diventano ciechi, sordi e muti. Nei confronti di De Luca il dogma di Travaglio era il classico delle due l’una, o sapeva e non ha denunciato o non sapeva quindi è incapace.

Quanto dev’essere difficile per i giornalisti del fatto guardarsi allo specchio la mattina. Certo anche loro devono mangiare e darsi il classico pizzicotto sulla pancia. Ma volte è meglio essere uno squattrinato piuttosto che essere un falso un bugiardo.

1 commento

  1. insomma è il “FATTO” quotidiano, il cessogiornale che contende a “il giornale” e “libero” il titolo di PEGGIOR organo di informazione al mondo, non si può pretendere che il sedicenti “gornalisti (in realtà velinari del miculpop pentacretino) riescano ad avere una PROPRIA idea. LOro DEVONO riportare le veline del PREGIUDICATO di Genova

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here