L’editto bulgaro grillino. Littizzetto insultata e bloccata.

littizzetto-a-matera-28-1764x700

Non bastavano le censure, le petizioni e le minacce.  Ora, come è abitudine per il M5S, arrivano i consueti insulti. La comica luciana Littizzetto, colpevole, per il M5S di aver offeso il moVimento con questa battuta satirica:

Come riportato da il Messaggero in questi giorni la piattaforma di immondizia del web della Casalaggio associati, denominata Tze Tze, pubblica un post condividendo un articolo Il Giornale che parla dei possedimenti terrieri della Littizzetto il post viene pubblicato anche da Peppe Grillo su Facebook e subito piovono insulti a raffica che poi Grillo – o chi per lui cercano invano di limitare con un commento: “Vi chiedo uno sforzo: evitiamo gli insulti. Grazie”. di seguito ne riportiamo alcuni:

“Tutti bravi a farsi il gruzzolo coi soldi del canone, cessa maledetta”

“Per favore, dopo pranzo questa foto mi fa tornare tutto su…”

“I nostri soldi del canone fanno arricchire questi pezzi di me… parassiti”

“Non è facile essere la donna più brutta del mondo ma essere anche la più venduta e brutta dentro era da record. Lei ci è riuscita”

“Vergognati! Per quelle quattro cretinate che dici rubi soldi tutti i giorni alla povera gente, almeno offrissi uno spettacolo di… bellezza”

“Ma quando si ritira questa brutta racchia?”

“Purtroppo è una donna cosi brutta e repressa che sfoga la sua insoddisfazione buttando fango sugli altri”

L’esponente del cosiddetto direttorio Grillino Alessandro di Battista sminuisce e quasi giustifica gli insulti degli attivisti sulla rete.

Mentre Nicola Morra risponde così:

Subito dopo lo sketch comico  della Littizzetto il Grillino Andrea Tosatto aveva pubblicato questo video annunciando una petizione e “azioni” non ben specificate contro la comica.

Beh oggi la Littizzetto ai microfoni di radio DeeJay dice di essere stata bloccata.  I 5stelle hanno vinto. la celebre comica torinese a quanto pare domenica non farà il consueto monologo a “Che tempo che fa”. Questo non è forse un esauriente esempio di editto bulgaro a 5 stelle?

A tutto questo, come se non bastasse, si aggiunge la pravda grillina, il Fatto Quotidiano, che pubblica questo articolo . Per Il “quotidiano” diretto Marco Travaglio, giornalista sempre in prima linea nella difesa del diritto di critica e satira (vedi i casi Luttazzi e Guzzanti ), nella lotta a ogni forma censura (vedi caso festa del fatto a Roma o Versiliana) e che si è distinto per aver pubblicato le vignette (e il numero post strage) del giornale satirico Charlie Hebdo, risulta davvero strano e alquanto ipocrita tale atteggiamento. La Littizzetto non solo non viene difesa ma non vengono nemmeno prese  le distanze dal modus operandi che sa di fascismo 2.0 del M5S.

Quando la satira colpiva, spesso in modo pesante e duro, Berlusconi o altri politici “nemici” della loggia del fango andava tutto bene. Se il presidente del consiglio Matteo Renzi osa fare ironia sui Talk Show si scatenano i mastini e si riempiono pagine e pagine con tanto di pareri di esperti, filosofi e ideologi. Ma se a minacciare cacciate, fare petizioni e insultare sono i 5stelle zitti e mosca.

Casi come questo consentono di comprendere cosa sia il  giornalismo falso, doppiopesista e ipocrita; cosa sia sull’aleatorietà, la cattiveria e l’ignoranza della gente e cosa sia la politica di marketing fatta dai cialtroni e votata dalla legione di imbecilli per dirla alla Umberto Eco.

 

1 commento

  1. Articoli degni di uno scellerato. Sono 3 anni che sento parlare di editto grillino. Gente inconsapevole che straparla. L’editto vero è stato fatto da un personaggio che in quel momento era presidente del conglio. Subito dopo vennero cacciate delle persone. Lasciamo perdere gli idioti che insultano. Ma criticare quel che dice la Littizzetto, che per me rappresenta il nulla, non è un editto. Ma abbiate un minimo di cervello. Tutti quelli criticati -anche insultati- dal 5s sono al loro posto, nessuno li ha epurati. Abbiate un minimo di cervello. Cercate di pensare con la vostra testa. Su.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here