Magherini. L’ennesima ingiustizia. Gli sbirri praticamente assolti e la famiglia paga pure le spese

magheriniNella penisola dell’ingiustizia accade oramai di tutto disastri, corruzione, violenze e soprusi sono all’ordine del giorno e quasi sempre nessuno paga, salvo i poveracci, gli extracomunitari clandestini e coloro che non possono permettersi un bravo avvocato. Se poi si fa parte delle forze dell’ordine l’impunità è addirittura assicurata, è la prassi. Uno sbirro può commettere qualsiasi tipo di reato, non importa di quale gravità o l’efferatezza, tanto sarà sempre immune da qualsiasi responsabilità e prontamente scagionato o condannato a pene ridicole. Sono tante le vittime uccise da uomini dello stato che oltre a non aver ricevuto giustizia sono state anche beffate e umiliate: Baglio, Aldrovandi, Cucchi, Ferrulli, Giuliani, Bifolco e l’ultimo di oggi Magherini, sono solo alcune delle tante vittime dello stato.

Riccardo Magherini, è  morto la notte tra il 2 e il 3 marzo del 2014, nel quartiere fiorentino di Borgo San Frediano dove era conosciuto da tutti.  Era  l’una di notte Riccardo, ex calciatore delle giovanili viola e padre di un bambino di due anni, sveglia il quartiere lanciando urla lancinanti. sotto l’effetto di cocaina è in preda a una crisi di panico, è convinto di essere inseguito, strappa il cellulare a un pizzaiolo, si infila in un’auto, scende in corsa, entra a razzo in un’altra pizzeria ma schizza subito fuori sbattendo violentemente contro la porta a vetri. Nel frattempo sono stati avvisati i carabinieri. Quando arrivano i suoi assassini Riccardo è in ginocchio per strada è fuori di sé ma non ha un comportamento aggressivo. Non è armato ne pericoloso. Invece di aiutarlo e soccorrerlo tranquillizzandolo gli sbirri fanno quello che sanno fare meglio menano e gli causano un arresto cardiaco (un po’ come avvenne al giovane Aldrovandi).

Molti di voi penseranno che si tratta delle solite esagerazioni e che gli sbirri non hanno colpe, beh allora sentite l’audio straziante registrato da un residente della zona.

non si vede niente, ma si sentono le invocazioni di aiuto: “Mi sparano”,”ho un figlio”, “sto morendo”. Poi, all’improvviso, Riccardo smette di urlare e di dimenarsi…

Oggi, dopo 2 anni, si è concluso il processo di primo grado. I giornali scrivono che i tre carabinieri sono stati condannati per omicidio colposo ma è una presa in giro. La condanna è ridicola e fasulla.  Il giudice Barbara Bilosi ha condannato per omicidio colposo tre dei quattro carabinieri intervenuti in Borgo San Frediano la notte del 3 marzo, assolti il 4° carabiniere e gli operatori del 118 per non aver commesso il fatto. Gli sbirri che hanno ucciso Magherini. Vincenzo Corni Stefano Castellano e Agostino Della Porta, sono stati condannati il primo a 8 e il secondo a 7 mesi tutti con sospensione della pena, cioè non si faranno nemmeno 5 minuti di carcere. 7 mesi non è nemmeno la condanna per il furto di una mela, eppure i due sbirri non solo hanno avuto condanne ridicole, ma le pene sono pure state sospese. Ma state pronti che arriva la beffa. La famiglia di Mogherini deve anche pagare il 70% delle spese processuali.

Poi la gente si stupisce se qualche pazzo prende un fucile e si fa giustizia da solo. Se subisci un furto o sei vittima di un reato e chiami le forze dell’ordine non solo puoi scordarti il maltolto o il risarcimento dei danni ma puoi addirittura rischiare di finire a tua volta sotto processo o accusato di qualche assurdo reato. Come sta esempio avvenendo alla vedova del migrante Emmanuel, ammazzato da un razzista che aveva chiamato la sua compagna “brutta scimmia africana” mimando i comportamenti di un orango, che oltre ad aver perso il marito rischia di venire accusata pure di calunnia.

L’italia è il paese in cui la giustizia è un miraggio e chi ha la sfortuna di nascerci ha di fronte a se due scelte: essere un povero sfigato e subire ogni tipo di ingiustizia e vessazione o essere un figlio di… e farsi rispettare facendosi giustizia da solo. Il problema è che la seconda scelta porta comunque a subire delle ingiustizie e poi non tutti hanno l’animo cattivo e violento, purtroppo o per fortuna, non siamo tutti sbirri.

Se si diventa sbirri o uomini dello stato allora è una pacchia, si può praticamente fare quello che si vuole senza subire mai nulla. Si può creare una sorta di organizzazione criminale come fecero Ganzer e Co., si può entrare in una scuola di notte e massacrare di botte persone che stavano dormendo, si può fare affari e trattative con la mafia, si può fare quello che si vuole, l’importante e non fare mai la cosa giusta perchè se no si salta in aria, sorte toccata a eroi come Falcone e Borsellino. Se si fa parte delle forze dell’ordine una soluzione si trova sempre, si può dire di essere inciampati (Bifolco), che la vittima è caduta per le scale (Cucchi), che nella scuola Diaz c’erano delle bombe molotov (messe ovviamente dagli sbirri), si può dire che la vittima voleva uccidere con un estintore (Giuliani), che invece di usare un manganello si usava un guanto (Ferrulli) osemplicemente si può dire le solita scusa: non ricordo. Si può inventare qualsiasi stronzata, non importa, tanto nessuno mai pagherà. Se invece si è persone “normali” allora sono cazzi,l in questo caso si paga sempre anche se non si ha colpe.

Mi raccomando, se siete nei guai o avete bisogno di aiuto pensateci bene prima di chiamare le forze dell’ordine cercate di risolvere le cose ovviamente senza violenza e dialogando. Magherini forse poteva essere soccorso da qualche conoscente che lo faceva calmare e oggi sarebbe ancora vivo.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here