Padellaro sotto le forche caudine

Padellaro ammette la sconfitta, cosa bisogna dire rara, sia per la loggia del fango che per il mondo dell’informazione in generale (vedi Formigli che nella stessa serata imbastisce un video tagliato ad arte per rispondere al tweet di Renzi giustamente critico sui talk show). Padellaro quindi si cosparge il capo di cenere e promette di pagare la pizza aggiungendo anche una birra. Tutto qui? No, eh eh, troppo facile…

Padellaro non ce la fa, non resiste, deve comunque intestarsi qualcosa, anche una piccola vittoria. Quindi, delirante come spesso appare negli ultimi tempi (cosa di cui siamo sinceramente preoccupati), dice che Renzi avrebbe compiuto la scelta di Mattarella grazie alle pressioni del Fatto Quotidiano (e di altri).  Naturalmente  è una mega cazzata supersonica. Renzi se ne frega altamente di quello che scrive la loggia del fango, semmai è più preoccupato degli effetti conseguenti sull’elettorato che, come si sa, in larga parte è composto da “quelli del bar”, come ricordato da #GomezAddams che si guadagna l’unico applauso della serata con le solite frasi populiste. Infatti, sulla questione del della legge fiscale e il famoso 3% Gomez è stato praticamente ammutolito dalle riflessioni competenti degli altri ospiti in studio e in collegamento. Lui si è limitato a ribadire la cazzata sulla boschi che avrebbe mentito (che non ha mentito affatto) facendo il paragone con la Francia.

A noi piacerebbe che Padellaro pagasse la sua scommessa portando a la Bonafè, e Mieli  a mangiare del siriano Yasser che hanno infangato nella vicenda di Vanessa e Greta, le due cooperanti rapite in Siria e poi liberate.  Diciamo che Padellaro, con tutte le fregnacce che dice e le scommesse che perde, farebbe bene a comprarsela un pizzeria…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here