Se c’è uno buffo quello è Scanzi

an-sca

A #SeLoConosciLoScanzi bisogna riconoscere un merito: nessuno sa e ha il coraggio di scrivere tutte le stupidaggini che scrive lui. E’ davvero difficile. Anche i peggiori giornalisti ( che oggi si trovano quasi tutti al Fatto quotidiano) esiterebbero a dire certe assurdità ma Scanzi è senza vergogna per lui scrivere stupidaggini è un vanto. Nel suo ultimo “articolo” (è un grande complimento già definirlo tale) Scanzi, come è suo solito fare, utilizza argomenti scollegati fra di loro per screditare Renzi e sfogare la sua frustrazione di giornalista inetto.

Si comincia con il madornale errore della citazione sbagliata di Renzi a Buenos Aiers che a recitato una poesia attribuendola erroneamente a Borges. Naturalmente in rete sono diventati tutti esperti di Borges anche quelli fino a un momento prima che pensavano fosse un calciatore o al massimo un allenatore  e giù a infierire. Certo non si vuole prendere le difese di Renzi che la figuraccia l’ha fatta .

Piuttosto ci domandiamo se è peggio una citazione sbagliata, ma comunque fatta in buona fede e che non snatura o sminuisce il contenuto del messaggio, o le stupidaggini di Scanzi. Come quando voleva fare il prof. di Italiano e cazzava di brutto sull’uso del piuttosto invece di oppure

Quando scriveva che gli infradito andrebbero vietati per decreto alle donne con i piedi brutti perchè gli rovinavano la giornata e che in spiaggia bisognava andare con gli stivali.

Quando dice a Luttazzi:

“studia di meno e vivi di più. Torna a teatro se ce la fai”

(lui che ha fatto spettacoli speculando sul talento e il genio di De Andrè e Gaber che putroppo non potevano opporsi a tale scempio). O quando scrive stupidaggini tipo:

Se Omero nascesse oggi, scriverebbe Breaking Bad. Mica l’Odissea.

E Potremmo andare avanti a lungo ma ci fermiamo per evitare le lacrime dal ridere.

Se poi ci spostiamo sul moVimento 5 stelle di cui lui è difensore, estensore, ideologo e chi più ne ha ne metta, troviamo tal Alessandro Di Battista incoronato dal New York Times come campione di bufale:

“Nigeria, vai su Wikipedia: 60% del territorio è in mano ai fondamentalisti islamici di Boko Haram, la restante parte Ebola”

“In Grecia cittadini disperati si iniettano il virus dell’Aids per prendere il sussidio». Oggi ne ha detta una latra sulle unioni civili”

Renzi è il PD in realtà non vogliono la legge sulle unioni civili – dice Scanzi – e hanno ordito un complesso – quanto assurdo – stratagemma per affossare la legge e dare la colpa al M5S.

Il tizio (Renzi) opera nell’oscurità per affossare il ddl, con l’obiettivo però di dare la colpa al M5S

Stupidaggine pantagruelica poichè se il PD o Renzi non volevano la legge bastava non proporre l’emendamento Marcucci (comunemente definito canguro) e votare in dissenso al voto segreto sull’articolo 5 (la stepchild adoption). In questo modo la legge sarebbe naufragata.  Se Renzi non voleva la legge perchè dopo aver appreso la notizia del dietro front dei 5 stelle si è infuriato con tanto di imprecazioni? E non c’erano telecamere a riprendere… Se Renzi non voleva la legge perchè perchè democristiano come scrive Scanzi perchè scrivere questo post?

stepchild-adoption-matteo-renzi

Ci sono altri modi più efficaci per danneggiare i 5 stelle: esempio basta semplicemente permettergli di governare anche solo un piccolo comune come Quarto o Bagheria il resto lo fanno da soli…

Secondo Scanzi la Cirinnà mente quando dice di non aver rilasciato interviste e smentisce di aver pronunciato frasi contro il PD,  mentre gli SMS dei 5 stelle che provano la disonestà  dei grillini che non avevano intenzione di votare no a nulla, quelli invece non provano nulla.  Peccato che poche ore prima il grillino Alberto Airola – in prima linea per la legge sulle unioni civili – rassicurava i colleghi di SEL scrivendo via SMS

“Tranquilli, convinceremo tutti a votare per il canguro”

E dire che entrambe le notizie sono state date dal Corriere delle Sera che per Scanzi quando delegittima la Cirinnà dice la verità ma quando sgama i grillini non prova nulla.  Due pesi e due misure…

 

Il canguro era obbligatorio? No, perché i 1200 emendamenti avrebbero richiesto un tempo lungo ma non lunghissimo

A parte la stupidità di una frase del genere, il canguro è una necessità in casi di ostruzionismo fine a se stesso. Altrimenti succederebbe che una minoranza di minorati potrebbe controllare una maggioranza di governo. Inoltre presentarsi in aula e affrontare 1200 emendamenti, dei quali alcuni votati con voto segreto, e per più senza una maggioranza sarebbe un tantino da folli. Pensare a un soluzione è solo lecito pragmatismo. In fondo l’obbiettivo non è guadagnare consenso (come nel caso dei grillini) ma arrivare ad approvare una legge che da dei diritti a persone che li attendono da 20 anni.  Un democrazia che non produce nient’altro che burocrazia è una democrazia inutile. Pizzarotti ha fatto bene a riprendere le parole di Don Milani.

“A che serve avere le mani pulite se poi le si tiene in tasca?”

E poi la democrazia.. Quale democrazia? quella dei grillini che hanno impedito tante volte la discussione in parlamento trasformando l’aula in una curva da stadio con tanto di cori insulti e chi più ne ha ne metta, che hanno costretto a votare un regolamento ai candidati per Roma che di fatto impedisce il dissenso e commina una multa a chi osa non eseguire gli ordini di Casaleggio? Quella che fa espellere gente senza alcun motivo con votazioni farlocche? Bella democrazia.

Ah, Scanzi, Scanzi… Studia di più e cazzeggia di meno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here