RAGGI DICE NO ALLE OLIMPIADI. I MEDAGLIATI 2016 LE SCRIVONO UNA LETTERA

olimpiadi-raggiIn tutti i paesi del mondo anche solo gareggiare per ospitare le olimpiadi è considerata una vittoria, vincere significa fare jackpot. In Italia però tutto è ridicolo e assurdo. Un gruppetto di cialtroni incompetenti è stato messo alla guida della capitale del paese e un ex comico impazzito, leader miliardario occulto del partito decide che le Olimpiadi di Roma 2024 non si faranno. Ale! grande festa! stappiamo le bottiglie! ancora una volta a vinto il NO, ora benessere per tutti. Al Fatto Quotidiano faranno 3 giorni di festa. Travaglio ha promesso che pagherà da bere a chiunque dica pure NO al Referendum. E’ nata l’epoca del NO a tutto, un NO dettato solo dalla volontà di opporsi per il gusto di farlo, partito preso, per andare contro (ai Romani e alla città).Un No senza veri motivi, come ha ricordato il presidente del Consiglio Matteo Renzi.

Chi dice di no magari per questioni interne, rifarsi verginità nel dibattito di Roma a me sembra triste per Roma e per l’Italia. Decideranno loro, hanno vinto loro, ma non si puo’ dire di no perchè si ha paura del futuro

In ogni ambiente si sono levate proteste e reazioni di stupire misto a rabbia e delusione. Il coni infuriato dice:

Impossibile. La sindaca Raggi ha sempre detto che avrebbe prima incontrato Malagò e Pancalli e finora, nonostante una richiesta formale scritta, non è stato fissato alcun incontro. La sindaca, aveva garantito a Pancalli che se ne sarebbe parlato dopo le Paralimpiadi. Per cui la notizia è paradossale. La notizia è paradossale, in quanto se vera sarebbe un affronto agli atleti che stanno gareggiando a Rio e per i quali le Paralimpiadi a Roma sarebbero l’unica possibilità per rendere accessibile la Capitale.

Intanto i medagliati di Rio 2016 scrivono una lettera alla Raggi:

Cara Sindaca, abbiamo appena concluso una fantastica edizione dei Giochi Olimpici a Rio e torniamo a casa con un risultato sportivo di immagine e di medaglie che hanno esaltato e commosso gli italiani. Ci siamo fatti onore, abbiamo sofferto e gioito, vinto e talvolta perso, ma sicuramente abbiamo regalato all’Italia quelle emozioni forti che solo un’Olimpiade sa offrire. Sappiamo che manca poco tempo allo scadere del termine per la sua accettazione alla candidatura di Roma ai Giochi Olimpici e Paralimpici del 2024. Chi come noi ha avuto la possibilità di vivere quelli di Rio e di conquistare una medaglia facendo salire sul podio il nome dell’Italia è convinto che riportare i Giochi nel nostro Paese e nella nostra Capitale darebbe alle nuove generazioni il necessario ottimismo per credere in un futuro migliore. Lei può dare un impulso decisivo ai nostri sogni e una motivazione di entusiasmo per tutto lo sport italiano. Le chiediamo di non far mancare il suo sostegno alla candidatura di Roma. Lo chiediamo con quella passione che abbiamo mostrato in questi giorni nelle nostre gare e che ci ha consentito di primeggiare. Ci appelliamo alla Sua sensibilità di Sindaco e al suo amore di madre. Se giochiamo insieme, nessuna partita potrà mai essere persa. Uniti si vince, lo ha dimostrato Lei diventando Sindaco, lo abbiamo dimostrato noi vincendo a Rio. Siamo certi che Lei condivide questi sentimenti. Non chiuda la porta di fronte ad un’occasione irripetibile. Roma è la nostra Capitale e tutti noi siamo al suo fianco nelle battaglie che Lei sta conducendo per riportarla agli antichi splendori. Saremo felici di poter gareggiare ora, insieme, per conquistare un sogno, una speranza: Roma 2024. Un abbraccio sportivo.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here