Salvini dice che le vittime di Genova non vedono l’ora di farsi un selfie con lui

Nell’idiocrazia in cui viviamo capita di tutto e ciò che normalmente verrebbe considerato assurdo diventa la normalità. A Matteo Salvini non è bastato festeggiare e abbuffarsi assieme a 260 persone la sera del 14 agosto quando ancora si contavano i morti e la gente perdeva la propria casa. Lui cacchio cacchio è andato a fare i selfie al funerale di stato delle vittime del disastro di Genova.

Già questo basterebbe per suscitare una comprensibile indignazione, ma Salvini le figuracce le vuole fare per bene, se non che senso ha? Quindi il nostro ministro degli interni (ci viene ma solo a scriverlo) ospite ad Agorà estate su RAI 3, in uno studio opportunamente svuotato di giornalisti e possibili contraddittori, in collegamento, con la faccia ancora gonfia di sonno, dice che la ragazza che ha fatto il Selfie con lui poteva essere una parente di una delle vittime e lui proprio non se l’è sentita di negargli il selfie.

Secondo Salvini i parenti delle vittime che stanno vivendo un dolore immenso per la perdita improvvisa e così tragica dei loro cari non vedono l’ora di fare un selfie con lui. L’assurdo continua perchè la conduttrice (giornalista) Monica Giandotti non osa nemmeno accennare a una critica o a dire una parola di fronte a una tale assurdità. Se Salvini voleva trovare un modo per difendersi ha scelto sicuramente quello più ridicolo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here