#Scanzi e quelli che non sanno contare fino a zero

scanzi

 

Per alcuni è difficile avere onestà intellettuale e per altri e difficile riuscire a vedere la realtà con obiettività. Poi ci sono quelli come Scanzi che non sanno nemmeno contare fino a zero. Si, perchè Zero è il numero delle regioni amministrate dai 5 stelle. La Sconfitta è l’unico vero dato reale. Si possono fare mille speculazioni e ipotesi più o meno fantasiose (nel caso di Scanzi fatascientifiche) ma la realtà dice che il partito democratico vince e TUTTI GLI ALTRI PERDONO.   

Nel suo ultimo pezzo sul Fatto quotidiano on-line Scanzi riflette (è questa già è una cosa che stupisce) sull’esito delle ultime elezioni regionali. Beh, andiamo a smontarlo punto per punto.

1) “I candidati in queste regioni non erano renziani della prima ora, ma più spesso politici che c’erano già molto prima di Renzi, e talora anche poco ortodossi (Emiliano, Rossi).”

Questo è uno dei metodi più stupidi e pretestuosi per ridimensionare una vittoria e come se per ridimensionare i meriti di Allegri nelle vittorie delle Juventus si dicesse ” eh ma questa non è una formazione prettamente allegriana ma contiana…”

2) “L’unica vittoria pienamente renziana è quella in Campania con De Luca, e io non me ne vanterei. (Nota a margine: chi è causa del suo male pianga se stesso. Campani, piangete: ne avete motivo).” 

Altro ragionamento privo di fondamento. Che Luca Ceriscioli (Marche) e Catiuscia Marini (Umbria) non siano particolarmente legati a Renzi ci potrebbe stare,  anche se il primo non si è certo risparmiato con il “renzismo” sul suo sito internet.  Però Emiliano (puglia) e Rossi (Toscana) non sono poi molto distanti da Renzi; certamente non sono d’alemiani, Bersaniani o peggio fassiniani.

3)“I due candidati più renziani erano Alessandra Moretti e Raffaella Paita. Entrambe ‘impresentabili’, anche se per motivi diversi. La Moretti ha inanellato gaffe su gaffe e incarna la totale impreparazione delle droidi renzine. La Paita è molto peggio: prosecuzione dichiarata del burlandismo, finta nuova, indagata.”

Qui le stupidaggini cominciano a lievitare e assumere proporzioni preoccupanti. Se la Moretti è impresentabile per colpa di qualche gaffe, allora Diba dei 5 stelle incoronato Campione di bufale dal New York Times cos’è, inconcepibile?  La paita indagata? Ma se i 5 stelle, come riportato anche dal FQ, ha intessuto preoccupanti rapporti con la ‘ndragheta e con gente accusata di omicidio…

4) “La Moretti, in particolare, ha ottenuto un risultato straordinario. Zaia ha preso più del doppio dei suoi voti (…) ma ho sempre detto e scritto che Alice Salvatore non aveva alcuna chance e sarebbe arrivata (ottima) terza.” 

La sconfitta della Moretti era scontata e che fosse di misura era molto prevedibile. Ma quello che che è assurdo è che la Moretti, che ha preso il 22.74%, è stata asfaltata, mentre Alice Salvatore, che ha preso il 24.84% ha preso un’ottima terza posizione… Due pesi e due misure…

5)  “Conosco decine di persone di sinistra che, pur di non veder vincere Paita e Moretti, hanno votato Toti e Zaia. Li conosco anche tra i parlamentari di Sel, che pure per esempio in Veneto appoggiavano la Moretti.”

Ecco, qui la stupidaggine ha raggiunto la lievitazione massima e non vale nemmeno la pena di commentare…

6)Il Movimento 5 Stelle ottiene un ottimo risultato. La “seconda fase” che privilegia i contenuti, che contempla la tivù e che vede i parlamentari in primo piano (e non sullo sfondo dietro Grillo-Casaleggio) sta pagando.”

Ma quale risultato ha raggiunto il M5S? la perdita di 900.000 voti? arrivare secondo in Puglia (di pochissimo) e nelle Marche? a beh, se è contento Scanzi allora lo siamo tutti… Poi la balla sul fatto che i 5 stelle si siano staccati dal controllo e dalla supervisione di Grillo- Casaleggio cosa assolutamente falsa, tant’è che prima e dopo le elezioni ha parlato solo Grillo… Inoltre i recenti video e documenti collegati a grilloleaks hanno dimostrato senza alcun dubbio che gli attivisti e i parlamentari non sanno e non partecipano a un bel nulla, sono li solo per fare numero. Il M5S è e rimane una creatura nata da un comico impazzito e uno smanettone mezzo tossico affetto da delirio di onnipotenza.

7)“poi, se qualcuno nel Pd osa ribellarsi, si arrabbiano perché i sottoposti hanno osato alzare la testa.”

Ah ah qui fa ridere perchè se sostituiamo PD con 5 stelle direi che suona meglio e corrisponde di più alla realtà.

8) “Salvini è pronto per governare. Ha un consenso ormai trasversale, ha sfondato definitivamente anche al centro ed è il vero leader del centrodestra.” 

Una cosa è ricevere qualche voto in più da ignoranti e cretini, mentre un’altra è essere pronti o avere le competenze e le capacità di governare.

9) “Fino a ieri il goffo bulletto Renzi poteva fare il gradasso e minacciare le elezioni, certo di avere vinto. Ora è ancora favorito, vantando la nota benevolenza di larga parte dei media, ma vincente sicuro proprio no. Sono cambiati i rapporti di forza.”

Scanzi non è onesto intellettualmente (probabilmente non per volontà ma per stato mentale) perchè sa benissimo che per un partito che sta governando e che ha preso decisioni, in alcuni casi  anche difficili da digerire, che hanno fatto infuriare tutti trasversalmente, il risultato raggiunto dal PD è più che ottimo.

Insomma se questi sono i commentatori politici allora la crisi non è nella politica ma nel giornalismo.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here