Tra GUN e PG (pravda grillina) sceglier non saprei

marcotravaglio[1]

Alle stupidaggini di #TravaGoebbels sul fantomatico GUN alterniamo il nostro commento e ribaltiamo il tutto in chiave PG (prava grillina).

Il Giornale Unico della Nazione (GUN) criticava Grillo perché comandava i 5 Stelle a bacchetta; ora lo critica perché fa un passo di lato e torna a fare spettacoli.

Non criticava, ma critica, poichè Grillo non ha fatto alcun passo indietro e solo chi è stupido o in mala fede non lo capisce. L’unico che ha criticato la scelta di Grillo di fare teatro è stato Luttazzi (e con ragione) perchè sfruttare il trampolino della politica per lucrare è sporco quanto cambiare casacca (che in realtà non lo è) e se invece si sfrutta la ribalta per fare propaganda (cosa che Grillo non può evitare) allora è pure peggio.

La pravda grillina difendeva la Grecia (evaditrice e corrotta fino al midollo)   vessata dai perfidi burocrati dell’austerity, e oggi dice che l’Ialia non merita la flessibilità perchè ha la corruzione, l’avasione e critica Renzi che alza la voce proprio contro l’austerity e i potentati europei.

Il GUN attaccava Grillo e Casaleggio perché volevano tenersi tutti il finanziamento pubblico; ora li attacca perché i 5 Stelle rinunciano al finanziamento pubblico alimentando il populismo.

Grillo e Casaleggio si tengono i guadagni di pubblicità e altre forme di speculazione (senza dichiarare nulla) e non presentano i bilanci del M5S. Per quanto riguarda i rimborsi non si può parlare di rinuncia ma di non diritto. Il M5S non ha rinunciato ai rimborsi, è che non ne aveva diritto, è un po’ diverso…Il populismo rimane in riferimento al concetto di rifiuto/taglio che non ha alcuna utilità se non quella elettorale e simbolica, atta al mero scopo di conquista del consenso (pupulismo).

La PG ha celebrato e santificato i rifiuti e i tagli dei grillini ma non ha detto una sola parola quando i grillini europei non lo hanno rinunciato a nulla e si sono tenuti tutto. 

Il GUN contestava a Grillo e Casaleggio di decidere tutti i candidati; ora li attacca perché fanno scegliere i candidati agli iscritti al blog o ai meetup, che sono troppo pochi (anche per la colpevole assenza di cinesi) e quasi sempre partoriscono carneadi poco telegenici, vedi Milano, o improbabili, vedi Quarto.

Le scelte importanti erano e rimangono  di Casaleggio e Grillo. Alle fandonie sulla scelta della rete credono solo gli allocchi. A milano non hanno scelto i meetup ma sempre i vertici (e pure male tra l’altro). Che poi si falsifica e si fa credere che 50 persone possono scegliere il sindaco di Milano non solo è stupido ma fuori da ogni logica democratica. I cinesi ignoranti che pagano le tasse sono uguali ai leghisti ignoranti e ai grillini ignoranti che cliccano, tutti, purtroppo o per fortuna, hanno diritto di voto sancito dalla costituzione.

La PG contesta il familismo del PD ma non vede che la parentopoli del M5S: Barbara Lezzi assume la figlia del compagno; Vilma Moronese assume il fidanzato come assistente; Cristian Iannuzzi e sua madre elette entrambe alle camera e la senato; Yvone De Rosa, da anni a Londra, partner di Roberto Fico, è prima eletta nella circoscrizione estera Europa; Di Maio assume la sua fidanzata Silvia Virgulti come sua coach TV . Approposito le famose regole del codice grillino vietano di  selezionare o far selezionare parenti e affini fino al quarto grado…

Il GUN accusava Grillo e Casaleggio di taroccare le consultazioni online per imporre le loro idee; ora li accusa di obbedire alle consultazioni online, anche quando contraddicono le idee di Grillo e Casaleggio, privando gli eletti della libertà di scelta.

Qui non si capisce che cambia il metodo ma non la sostanza, Taroccare le consultazioni on-line – cosa semplicissima dato che i dati sono nei server della Casaleggio Associati e non ci sono organismi terzi che verificano – e non dare la possibilità di voto (perchè oltre al blog esistono i social su cui Casaleggio per fortuna non ha il controllo e sui temi etici sarebbero smerdati). Sono metodi diversi che però hanno lo il medesimo scopo…Inoltre non sarebbe meno psicotico decidere una volta per tutte se le si vole o no queste votazioni on-line?

Il GUN addebitava al M5Stelle il “caos”delle liti interne e dei cambi di casacca; ora addebita loro le multe per evitare le liti interne e i cambi di casacca.

Mah… Se non ricordiamo male ci sono stati molti grillini che si sono “trasformati”, la grillina Paola Pinna addirittura due volte… Le multe al dissenso, più che i trasformisti riguardano la libertà di pensiero, quelle non le hanno messe nemmeno i regimi dittatoriali più spietati, perchè sarebbero state un tantino evidenti.

La PG accusa il PD di avere tanti schifosi e putridi trasformisti ma di quelli dei 5stelle non si parla, quelli sono normali, onesti.

Il GUN imputava ai vertici del M5S le continue espulsioni, roba da fascismo; ora imputa loro di aver aspettato troppo a espellere un consigliere colluso a Quarto e di non espellere due dissidenti anti-Pizzarotti a Parma.

Prima di tutto, il PD non ha mai detto che Rosa Capuozzo dovesse dimettersi (persino Renzi la invitata ad andare avanti). Ciò che si addebita al M5S è la mancanza di coerenza per cui alcuni sono stati espulsi senza aver commesso alcun infrazione o per futili motivi (solo perchè stavano antipatici a Casalino, a qualcuno del direttorio o dei vertici) mentre altri, come ad esempio De Robbio, se non fosse emerso nulla, sarebbero ancora al loro posto.

La PG ha riempito pagine e pagine su Boschi, De Luca, Marino e Renzi che  non potevano non sapere . Sui tre cretini dell’avemaria che hanno mentito palesemente con addirittura un video ridicolo, su questo zitti e mosca.  

Il GUN demonizzava i 5Stelle perchévogliono il vincolo di mandato contro l’art. 67 della Costituzione; ora li demonizza perché lasciano libertà di coscienza ai parlamentari su una tipica questione di coscienza, la stepchild adoption

A parte che sono due cose completamente differenti. La prima è una legge costituzionale che ha lo scopo di tutelare la libertà del politico che prima del partito/moVimento deve pensare al popolo, quindi svincolarlo dal partito di riferimento, e poi di scongiurare autoritarismi parlamentari. La seconda riguarda un tema etico su cui il M5Stelle, prima dice una cosa e poi, per mero scopo elettorale (quindi del tema etico se ne frega altamente) la ritira.  Il cittadino con un minimo di sale in zucca non ci mette molto a capire, e quindi indignarsi, che il M5Stelle specula su un tema etico su cui invece ci vorrebbe unione e trasparenza.

La PG per settimane ha criticato coloro che contestavano la stepchild adoption ironizzando sulle loro motivazioni assurde. Ma quando la medesima posizione la assume il M5S  allora si parla di lungimiranza e responsabilità . Cioè, se ad avere dei dubbi sono quelli di FI, Salvini, e alfaniani sono stupidi, ma se i dubbi li hanno i grillini allora è tutta un’altra storia…  

Per farla breve: quando parla dei 5Stelle, il GUN abolisce la logica aristotelica, sostenendo tutto e il contrario di tutto pur di dar loro sempre torto: sia che facciano una cosa, sia il suo opposto. Naturalmente il M5S non è immune da critiche: tutt’altro. Ma bisognerebbe decidere una volta per tutte (e soprattutto per tutti) cosa è giusto e cosa è sbagliato. E poi applicare questi principi a tutti, sempre. Si chiama imparzialità. E coerenza.

Per farla breve: quando parla del PD, la PG abolisce la logica aristotelica, sostenendo tutto e il contrario di tutto pur di dar loro sempre torto: sia che facciano una cosa, sia il suo opposto. Naturalmente il PD non è immune da critiche: tutt’altro. Ma bisognerebbe decidere una volta per tutte (e soprattutto per tutti) cosa è giust oe cosa è sbagliato. E poi applicare questi principi a tutti, sempre. Si chiama imparzialità. E coerenza. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here