#TravaglioFangaglio e la notte dei morti di fango

travaglio-zombi

Nel suo editoriale di oggi 28 gennaio 2015 Travaglio evoca l’incubo immaginato dal regista George Romero come metafora dell’attuale situazione legata all’elezione del presidente della repubblica. Suggestiva, ma noi abbiamo scelto un disegno tratto dal bel fumetto di Stefano Rapone che di zombie ne ritrae uno e, secondo noi, davvero azzeccato.

Travaglio comincia subito con uno  dei suoi postulati – che come vedremo poi contraddice più avanti – affermando che qualunque sia il vincitore che salirà al quirinale sarà comunque frutto del patto del nazareno – che ricordiamo oramai include un po’ tutto: dall’assassinio di Abele (organizzato da un avo di Renzi) alla morte di Luke skywalker per mano del nipote di darth Vader  ( ovviamente discendente di Renzi).- che fra i tanti nomi fatti per Travaglio ci sarebbero una serie di persone che, con grande professionalità e argomentazioni inoppugnabili, li renderebbero degni di sputi e insulti- frase pronunciata da Travaglio durante l’ultima puntata di Servizio pubblico (che non un sinonimo di cesso).

Amato (e ho detto tutto). Per Travaglio in questo caso basta già solo il nome. come se si trattasse di Hitler, Pol Pot o Pinochet

Fassino (quello del giro Quagliotti-Greganti e del“siamo padroni di una banca?”). In pratica 40 di carriera politica finita nel cesso per una frase al telefono. Non importa ciò che ha fatto o non ha fatto Fassino in 40 anni. L’unica cosa che conta è un frase detta al telefono in cui Fassino si esaltava un po’.

Finocchiaro (zarina di tutti gli inciuci, con marito imputato). Qui di fronte a tali argomentazioni ammettiamo di essere impreparati…Poi lei, secondo Travaglio, si dovrebbe prendere sputi e insulti assieme a Mattarella.

Chiamparino (che negli anni pari fa il politico e nei dispari il banchiere). La colpa di Chiamparino invece non si comprende molto bene.  L’indecisione? la volontà di volersi occupare di più ambiti? l’avere scelto due professioni entrambe considerate  far parte  del “lato oscuro della forza?” boh…

Ma ecco che arriva la fine riflessione a 5 stelle: “Per non ridursi al ruolo di spettatori e giocare fino in fondo la partita, Grillo, Casaleggio e il direttorio (Oramai Travaglio da già per scontato che rimarranno in 5 o 6 ) chiedono al Pd una rosa di nomi da sottoporre agli iscritti. ”

ah ah ah si, certo… Per sottoporli al giudizio farlocco della rete (in realtà un 30 di persone che controllano i risultati), quella stessa rete fatta di gente che invitava a stuprare la Boldrini e il cui sistema di voto a tutt’oggi non ha nessun controllo terzo in cui possono votare solo gli iscritti al moVimento (che più lento non si può). Ce lo immaginiamo già: Cosa fareste alla Finochiaro? e ad Amato? e la rete giù con insulti. minacce, anatemi e chi più ne ha ne metta…

“Renzi non li degna neppure di risposta,” dice Travaglio – e ci credo… ma perchè lui deve fare dei nomi per darli in pasto a sciacalli e fanghettari vari?

“è lui, non loro, a rifiutare il dialogo”. Certo ognuno può intendere il termine dialogo in molti modi ma credo che Travaglio sia uno dei pochi a sostenere che gli insulti rientrano nella pratica oratoria o del dialogo. Forse per Travaglio uno come Grillo che ha definito la compianta Levi Montalcini “una vecchia puttana” (e per cui è stato condannato)  è uno che dialoga… Ma come si dice?  se lo dice Travaglio…

Poi Travaglio si lancia in quelle che in un solo tweet Renzi ha definito – con ragione da vendere – “trame, segreti, finti scoop, balle spaziali e retropensieri” (perfetto),  e contraddice il postulato iniziale perchè, improvvisamente, il patto del nazareno non è più scontato, inevitabile, assodato, ma diventa solo un’ipotesi di cui si parla in giro… Quindi Renzi una possibilità ce l’ha (che comunque non piace a Travaglio), potrebbe sconvolgere il moto terrestre e sovvertire le leggi dell fisica se facesse il nome di Prodi ( Magari! sai come si incazzerebbero Grillo, Casaleggio e il direttorio…), in questo caso persino Satana e Dio potrebbero fare la pace…

 

Del resto non vale nemmeno parlarne perchè sono pensieri così sconnessi e senza un filo logico da sembrare frutto di un folle (tranquilli sulla vicenda del papà della Boschi ci sarà un bel articolo…) e poi scusate ma davvero ci sembra assurdo dover commentare tutte le stupidaggini che scrive Travaglio…

Altro che notte dei morti viventi… Quella di Travaglio e Co. provocheranno sarà “La morte dei morti di fango”

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here