#TravaGoebbels ce l’ha fatta. Ma lui non voleva…

trav.goeb

Qualche giorno va abbiamo scherzato (vedi articolo)  facendo un parallelo fra la storia del ministro della propaganda nazista, Gobbels e quella di Travaglio, ministro della pravda grillina o Maestro venerabile della Loggia del fango.  Ma noi scherzavamo…Invece questi fanno sul serio!

Travaglio è diventato “IL DIRETTORE” del Fatto Quotidiano (urlo stile campanello di Dylan Dog). Mentre #PadellaroMondialcasa  scriveva il suo memoriale, Travaglio scriveva il suo “atto programmatico”.

Fino all’altroieri , quando qualcuno mi chiamava “direttore”, mi voltavo all’indietro, pensando di avere alle mie spalle Antonio Padellaro. Da oggi continuerò a voltarmi all’indietro, sperando di avere alle mie spalle Antonio Padellaro. 

Eh no… mi sa che dietro c’è qualcun altro…

Io no. Tutto pensavo e sognavo di fare nella vita, fuorché il direttore. 

In realtà persino la maestra di Travaglio aveva capito che il giovane Marco sarebbe stato un giornalista importante: lui era quello che quando la maestra si assentava veniva posto a guardia della classe e puntualmente, al ritorno della maestra, faceva la spia dicendo per filo e per segno tutto quello che avevano fatto i compagni. Perchè Travaglio è sempre stato onesto, lui è senza peccato e senza macchia (e con lui la sua famiglia, i suoi amici e persino i sui animali). Lui rappresenta quella razza “pura” che manca nella politica e nella società…

Ma Travaglio fa una mezza ammissione:

Di #Padellaro si augura di ereditare  “la sua abilità a rivoltare le notizie per vederle sempre nel verso più originale e autentico, dunque diverso da quello della vulgata del conformismo corrente.” 

Tranquillo Marco! la capacità di rivoltare le notizie è proprio la vostra firma, il vostro modus operandi, l’ha imparata persino #TecceTestosterone (nome ricavato dalla sua totale mancanza di tale ormone ).

Travaglio dice di voler mantenere  l’impegno a dare notizie vere e verificate, senza riguardi né sconti per nessuno.

Infatti scrivere che Vanessa e Greta sono andate ad aiutare i combattenti dell’esercito ribelle (ci sono 2000 prove e testimonianze che dicono il contrario) e infangare un povero pizzaiolo (a tutt’oggi non indagato) col rischio di fargli fare la fine di Abu Omar (vicenda con ribaltamenti di sentenze ridicoli e possibili solo in un paese come l’Italia) significa dare notizie vere e verificate…

Scrivere del Rialzo del 66% in borsa della banca Etruria collegata alla Boschi (suo padre è vice presidente e lei detiene delle quote azionarie)causato da un regalo alle banche che il governo avrebbe varando la riforma di tali istituti, sono notizie vere è verificate… Peccato che il rialzo è durato poco più di un giorno per poi precipitare sotto lo zero e l’andamento azionario della Etruria non promette affatto bene. Peccato che la riforma sta danneggiando fortemente tutti gli istituti – specie quelli religiosi che stanno insistendo per fare cambiamenti – e che per i politici legati al territorio o per il terzo settore è una catastrofe. Ma come dice Travaglio sono notizie vere e verificate…

Parlare per mesi, rompendo fino allo stremo i cosiddetti, del patto del nazareno inserendovi di tutto e di più per poi essere smentiti su tutto – con tanto di scommessa persa da #padellaroMondialcasa – vuol dire dare notizie vere e verificate…

Insinuare che il presidente della repubblica Matterella non sia una persona per bene (era questa la domanda di Lillo) scrivendo di un presunto rapporto di affari del fratello (che cazzo c’entra con Mattarella? e se anche fosse cosa ne può lui?) con un pezzo da novanta della banda della magliana; Insinuare presunti rapporti del padre con la mafia siciliana senza uno straccio di prova ma citando solo cazzate di pentiti considerati dai magistrati stessi dei millantatori; insinuare che Mattarella abbia preso una mazzetta (in buoni benzina) che però viene recapitata in maniera trasparente al suo ufficio da Salamone che non era sotto indagine ne aveva condanne. Tutto questo per Travaglio vuol dire dare notizie vere e verificate…

Potremmo continuare a lungo ma ci sta venendo da vomitare.

Poi la frecciatina a qualche lettore Embedded – che non siamo noi ovviamente, anche perchè embedded sta per inserito, ufficialmente inserito e noi non lo siamo di certo, anzi, siamo stati bannati…Forse si è confuso e voleva scrivere unintegrated o unenclosed  – “ma sì, diciamolo – anche quelle che qualche lettore embedded non vuole sentirsi raccontare, per non dover mettere in discussione i propri pregiudizi.

Pregiusdizi? cioè i lettori avrebbero dei pregiudizi? Ma se Travaglio è il teorizzatore della “razza pura” quello delle colpe dei padri, fratelli e conoscenti che ricadono sul politico o chi ricopre cariche pubbliche; quello che la Boschi non va bene perchè è bella e fa le passerelle (ne ha fatta una e per un motivo più che valido e giusto); quello che non può essere criticato o contraddetto perchè se no si incazza e abbandona gli studi dove è pure pagato? Ma mi faccia il piacere! come direbbe il grande Totò…

poi cita Montanelli: “Noi – scriveva – saremo certamente all’opposizione. Un’opposizione netta, dura, sia che vinca l’uno sia che vinca l’altro. Il difficile sarà distinguerci dall’altra opposizione. Se vince questa destra noi certamente le faremo opposizione, cercando però di distinguerci da quella che faranno a sinistra. Se vince la sinistra noi faremo opposizione ugualmente ferma, cercando di distinguerci da quella che faranno gli uomini della cosiddetta destra”. 

Se i lettori embedded non l’hanno capito qui si teorizza e si esplicita il modo di concepire la politica di Travaglio e quindi dei 5 stelle: FARE OPPOSIZIONE FINE A SE STESSA, SOLO PER IL PRINCIPIO DI ESSERE ALL’OPPOSIZIONE SEMPRE E COMUNQUE… E meno male che non ha citato Pasolini… 

Stare all’opposizione, per un giornale, non significa dire che va tutto male e che sono tutti brutti e cattivi.

Noooo figuriamoci, è una nostra impressione perchè noi embedded siamo malpensanti.

 

È un atteggiamento mentale che porta a dubitare sempre degli ipse dixit del potere, di qualunque colore esso sia, e di andare a verificarli alla prova dei fatti.

CIOE’ PREGIUDIZIO TRAVAGLIO…

Infine Travaglio concludie con : “mi raccomando: alle prime avvisaglie di rincoglionimento del direttore, fategli un fischio e chiamate l’ambulanza”

stai Tranqui, anzi meglio sereno  #TravaGoebbels che noi siamo qui, vigili, preparati, competenti e sempre pronti a farti un sederino così (intellettualmente parlando) quando vuoi…

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here